Legnolandia riceve la prestigiosa Bandiera Verde da Legambiente

consegna bandiera verde legnolandia

FORNI DI SOPRA, 28 settembre 2013, un segnale di competitività per il territorio della montagna del Friuli Venezia Giulia''. Lo ha detto la presidente della Regione Debora Serracchiani partecipando a Forni di Sopra (UD) alla consegna della ''Bandiera verde 2013'' di Legambiente all'Azienda Legnolandia, nata nel 1980 ma con radici che affondano nella prima metà dell'Ottocento.

"Qui c'è un'impresa - ha detto la presidente Serracchiani - che ha investito nell'innovazione, e lo fa damolti anni, e oggi viene premiata da Legambiente con la Bandiera Verde. Credo che sia un segnale anche per il territorio. Un territorio, questo, che con le proprie imprese può essere competitivo, può far bene, può insegnare a stare sul mercato''. L'azienda di Forni di Sopra, a partire dagli anni '80, è cresciuta investendo in ricerca e sviluppo nel settore della produzione di case in legno, giochi per parchi, strutture per arredo urbano e giardino. I prodotti sono distribuiti, attraverso proprie reti di vendita, in Italia e nell'area del Sud Europa. La capacità di coniugare un'esperienza centenaria e nuove tecnologie, hanno consentito a Legnolandia di realizzare prodotti originali e innovativi, tutti rigorosamente legati al territorio nel rispetto dell'ambiente delle Dolomiti Friulane.

Consegna Bandiera Verde 2013

Motivazione espressa nel dossier "La carovana delle Alpi" che ha sancito l'assegnazione del prestigioso premio: Per le soluzioni e gli accorgimenti adottati nei processi di produzione e per la valorizzazione del patrimonio forestale locale. L’azienda affonda le sue radici su esperienze che risalgono al lontano 1830, nell’area delle Dolomiti Friulane. E’ una delle più antiche della regione: è iscritta, infatti, nell’elenco delle attività storiche con più di 150 anni di vita, voluto dal Presidente della Repubblica per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Da circa un trentennio ha assunto l’attuale configurazione, specializzandosi nella produzione di case in legno, giochi per parchi, strutture per arredo urbano e giardino, che escono dai due stabilimenti di Forni di Sopra e Villa Santina e vengono distribuiti, attraverso la propria rete di vendita, in Italia e nell’Europa meridionale. L’esperienza centenaria e le nuove tecnologie hanno maturato prodotti originali ed innovativi, tutti rigorosamente legati al rispetto ambientale. Oltre a varie certificazioni da tempo acquisite (Sistema di Qualità ISO‑EN 9001, Gestione Ambientale ISO‑EN 14001, Product Service TÜV SÜD, Legname marchiato PEFC e FSC), Legnolandia fa uso quasi esclusivo di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili (idroelettrico a Forni di Sopra e fotovoltaico a Villa Santina) e ha effettuato investimenti volti all’innovazione e alla sostenibilità ambientale. Tutti i cascami del bosco e gli scarti di lavorazione alimentano una centrale a biomasse per l’essicazione del legno ed il riscaldamento degli ambienti di lavoro. I macchinari sono pilotati da sistemi “inverter” che permettono di fare uso solo dell’energia necessaria al momento dell’utilizzo, riducendola notevolmente nei momenti di riposizionamento e di pausa. Da un anno nello stabilimento di Forni di Sopra (in ambiente sensibile di alta montagna) sono state sostituite le lampade ad incandescenza con quelle a LED, ottenendo un notevole abbattimento dei consumi per l’illuminazione dello stabilimento. Da quasi un decennio l’azienda non fa più uso di legname delle specie esotiche che contribuiscono alla deforestazione della Foresta Tropicale e impiega prevalentemente legname locale a “chilometro 0” con l’obiettivo di trarre dalle risorse della montagna opportunità di lavoro ed occupazione, evitando l’onere ecologico dei lunghi trasporti di materiale da luoghi lontani. Negli ultimi anni, in particolare, va segnalato l’orientamento a fare uso di alcune specie legnose poco sfruttate e molto presenti nei boschi della Carnia, dalle quali si ricavano molti dei manufatti prodotti. Tra le essenze che Legnolandia si è impegnata a valorizzare c’è quella dell’abete bianco, di cui ha fatto, date le sue caratteristiche, l’elemento principe per la costruzione delle case prefabbricate e delle strutture per esterno. L’abete bianco o “albero della luce”, è la pianta più alta in assoluto tra le conifere e ha il potere di donare, secondo una leggenda celtica, serenità, forza e salute a chi ci vive vicino.


 

LEGGI TUTTE LE NEWS

Area Download - Log in

N.B. Il nome utente corrisponde all'indirizzo e-mail

Style Switcher

Layout Style

Predefined Colors

Background Image