Parchi gioco inclusivi,

per giocare senza barriere.

 

  

Prima di tutto: il diritto al gioco

La Convenzione ONU sui diritti del bambino dichiara che: “gli stati partner rispettano e favoriscono il diritto del bambino a partecipare pienamente alla vita culturale ed artistica ed incoraggiano la fornitura di uguali opportunità per le attività ricreative e di tempo libero”. L'articolo 31 riconosce i diritti del bambino a dedicarsi al gioco, e l'articolo 2 afferma che non ci dovrebbe essere nessuna discriminazione dei bambini a prescindere dalla loro disabilità. C’è un dovere legale e morale in tutti noi per fare in modo che ogni bambino, indipendentemente dalla propria capacità, possa raggiungere il proprio potenziale attraverso una sfida che comprenda la consapevolezza del rischio e del pericolo. Ciò è realizzabile creando spazi di gioco inclusivi. L’alternativa è l’esclusione, scorretta e indesiderabile, che colpisce i bambini con disabilità e le loro famiglie, prima nel gioco e successivamente nella vita.

 
  

 

 

parchi gioco inclusivi legnolandia


MARCHIO-DFA-design-for-all-legnolandiaIl 29 maggio 2018 l’associazione Design for All Italia ha concesso a Legnolandia il Marchio di Qualità DfA 2018 per il progetto Play For All. Leggi di più...

 

 

 

 

IL PROGETTO PLAY FOR ALL:

E’ così nominato per sottolineare la volontà di creare parchi gioco fruibili non solo da utenti affetti da disabilità (forma segregante) ma bensì da bambini aventi ogni tipo di abilità, tutti assieme in modo inclusivo, indipendentemente dalle loro capacità fisiche e mentali.
 
 
Trattamento ingnifugo in autoclave
 

Lo scopo del progetto europeo del CEN é quello di integrare i parametri di accessibilità inclusiva nelle norme di sicurezza generali dei parchi gioco EN-1176 al fine di creare parchi gioco non solo sicuri ma anche accessibili a tutti.

 


Parchi inclusivi, la situazione italianaGioco inclusivo a doppio scivolo:

Su questo tema in Italia c'é molta confusione anche perché non esiste una normativa di riferimento applicabile alle attrezzature ludiche, le iniziative sono intraprese dalle amministrazioni pubbliche o private e dalle aziende sensibili al problema. Il tema è oggetto di studio da  parte del CEN (European Committee for Standardization) e della FEPI (Federation European Play Industry) di cui Legnolandia è componente attivo. 

Le iniziative di Legnolandia sono volte alla ricerca di soluzioni ed alla diffusione degli spazi di gioco inclusivi sulla base delle uniche linee guida ufficiali e di riferimento europeo, quelle del CEN.

 

 


Che cosa sono i parchi inclusivi?

 

orticoltura didatticaUn'area giochi inclusiva è uno spazio dove i bambini con disabilità fisiche o sensoriali o con problemi di movimento possono giocare e divertirsi in sicurezza, insieme a tutti gli altri. Per gioco inclusivo si intende un’attrezzatura che può essere utilizzata da una vasta gamma di utenti aventi diverse abilità, senza adattamenti particolari, senza progettazioni speciali. Molte persone detengono un livello di piccola o media disabilità che non richiede una progettazione radicale come quella per utenti su sedia a rotelle. La differenza tra una giostrina inclusiva ed una giostrina per disabili parte quindi dalla progettazione, studiata per consentire ai bambini di divertirsi assieme, senza barriere e senza divisioni.

I parchi giochi inclusivi consentono l’abbattimento delle barriere architettoniche mediante rampe di accesso, percorsi per bambini ipovedenti, percorsi tattili, vasche rialzate per l’orticoltura, scivoli a doppia pista, tutto studiato per consentire ai piccoli con diverse abilità di giocare ed imparare assieme ai propri amici, fratelli e genitori.

Non è comunque realistico aspettarsi che in un parco inclusivo tutte le attrezzature possano essere accessibili a tutti i bambini, è inevitabile che alcuni attrezzi o parte di essi sarà specificamente progettato per non essere accessibile a determinati gruppi di bambini, per esempio in cui l'età o altezza potrebbe comportare alcuni rischi. I bambini e le famiglie lo sanno.

 

Giochi inclusivi

 


La giusta scelta degli attrezzi inclusivi

per includere e non dividere:

 

Ci sono bambini la cui disabilità è purtroppo molto profonda o complessa ma ci sono anche molte disabilità sensoriali, di chi non può sentire o vedere bene, o di chi ha difficoltà di apprendimento pur non avendo limitazioni fisiche. Statistiche ufficiali del CEN evidenziano che il 5% dei bambini europei soffre di un certo grado di disabilità e che di questi “solo” il 10% utilizzano la sedia a rotelle; molti di essi sono comunque in grado di muoversi per brevi distanze con l’ausilio di alcuni supporti.

Sulla base di questo dato statistico le direttive europee del CEN suggeriscono di non concentrare le attenzioni solo sulle disabilità gravi (sedia a rotelle) per evitare avere l’effetto di ridurre il valore ludico del parco giochi a tal punto che i bambini normo-dotati non mostrano il desiderio di utilizzarlo ed i bambini costretti alla carrozzella si sentono soli nelle loro attività. Consentire invece ai bambini disabili di accedere a spazi di gioco assieme a tutti, aiuta loro e le relative famiglie a costruire relazioni e promuovere l'inclusione sociale.

 
Altalena per disabili
 Altalena inclusiva per parco giochi  
   

Esempio altalena per disabili:

altalena utilizzabile esclusivamente da utenti su sedia 
a rotelle e uno alla volta. Gioco NON inclusivo e
pericoloso se utilizzato da utenti normo-dotati.
E' necessario vietare l'utilizzo senza sedia a rotelle.
 
 

Esempio altalena inclusiva:

altalena dotata di grande cestone a nido orizzontale
oppure "a seggiolone" per il gioco inclusivo di più
bambini assieme. Progettato secondo ledirettive
europee sul gioco inclusivo, per divertire senza dividere.
 

 

Le pavimentazioni nei parchi inclusivi

Le pavimentazioni di sicurezza nei parchi gioco inclusivi assumono un'importanza rilevante ai fini della percorribilità con sedia a rotelle. L'ideale sarebbe poter pavimentare l'intera area ludica, ma questo non é sempre possibile: vincoli ambientali ed oneri economici non consentono sempre il rivestimento di un'intera area con gomma. La creazione di vialetti che consentono lo spostamento tra i vari giochi può essere una buona soluzione per facilitare gli spostamenti anche in forma autonoma da parte degli utenti su carrozzina. Installazioni di giochi inclusivi in aree protette, dove la cementificazione é viatata da vincoli ambientali e paesaggistici come spiagge, arenili, aree sotto tutela ecc, devono necessariamente limitare la stesura di piattaforme. In questi casi l'accessibilità non sarà al 100% ma con opportuni accorgimenti (vialetti di avvicinamento opportunamente posizionati ed eliminazione dei gradini sulle vie di accesso, rasare bene l'erba) possono comunque dare positive opportunità nel gioco d'inclusione. Un minimo sforzo da parte degli accompagnatori nello spostamento dei poveri bambini con impedimento totale da una pedana di avvicinamento raggiunta in carrozzina ad un cestone inclusivo (per pochi metri) consente di divertire tutti i bambini e preservare una supericie di caduta anti trauma naturale (prato, sabbia, ghiaia ecc) anche nei parchi dove (per vincoli e problematiche sopra citate) non è possibile eseguire una platea in cemento rivestita in gomma.
 

I prezzi di un parco giochi inclusivo:Percorso tattile ipovedenti

I giochi inclusivi di Legnolandia vengono progettati e costruiti seguendo le linee guida Europee stabilite dal CEN. Trattandosi di attrezzi adatti a tutte le abilità, si differenziano meno possibile dallo standard, per questo motivo i costi di produzione non subiscono variazioni particolari. Possiamo garantire che un parco giochi inclusivo costa come un qualsiasi parco giochi.

 

 

I benefici di un parco giochi inclusivo:

I giochi all'aperto offrono benefici terapeutici per tutti: sono divertenti, aiutano a tenere i bambini in buona salute, favoriscono la consapevolezza del rischio, aspetto importante per la costruzione sociale ed emotiva. In passato i bambini disabili non avevano le stesse opportunità di gioco degli altri bambini, è così venuta a mancare la pianificazione e la progettazione di spazi di gioco pubblici inclusivi adatti a tutti. Oggi è possibile offrire spazi ludici senza barriere anche per i cittadini più importanti: i bambini.

 


 

Esempi di parchi inclusivi:

I bambini non hanno bisogno di accedere al gioco spazi nello stesso modo ma tutti hanno il diritto di poter giocare. Per questo occorre una buona progettazione del parco inclusivo, sia delle strutture ivi inserite che negli spazi attorno ad esse nonché alle vie di accesso.

 

  inclusivo piccolo parco giochi inclusivo medio  parco inclusivo grande legnolandia  
 
 
 
Esempio parco inclusivo piccolo
superficie: circa 300 Mq.

Vedi il progetto

 
 
Esempio parco inclusivo medio
superficie: circa 600 Mq.
 
 
Esempio parco inclusivo grande
superficie: circa 1500 Mq.
 

 

VAI AL CATALOGO GIOCHI INCLUSIVI - PLAY FOR ALL


 

Come si progetta un parco giochi inclusivo:

 

Prima di tutto serve la competenza: La F.E.P.I. (Federation of the European Play Industry) da molti anni segue con attenzione il tema dei giochi per bambini diversamente abili. L'attività di ricerca è molto importante e consiste nella raccolta ed analisi di report in ambito europeo e lo scambio in un network creato tra aziende, onlus, istituzioni, genitori, scuole ed esperti di infanzia.

Legnolandia, componente storico della F.E.P.I. conosce bene le “barriere” che bloccano l’accesso alle attività ai bambini disabili. Per questo, adottando le linee guida europee ha progettato delle strutture adatte a tutti, cercando di non guardare solo la disabilità ma piuttosto ciò che i bambini sono in grado di fare con le loro possibilità.

 

Il risultato è una gamma completa di giochi inclusivi, educativi e divertenti che offrono pari opportunità ai bambini attraverso restyling, istruzioni e consigli pratici sull’utilizzo delle attrezzature.

Aspetti importanti da considerare nella progettazione di aree per il gioco inclusivo:

 

  • Creazione spazi fissi o mobili (pedane) dove i bambini possono stazionare, giocare, eseguire attività libere o indotte in modo simultaneo, tutti assieme. Prevedere sedili a culla o più grandi dello standard.
  • Prevedere giochi con pareti laterali di contenimento o schienali.
  • Accorpamento di più valori, per esempio: un pannello per il riconoscimento tattile può essere creato con delle forme strane e colorate per divertire bambini che vedono bene
  • Creazione di giochi che prevedano l’uso delle mani (come la manipolazione di acqua e sabbia) anche stando seduti (su carrozzina)
  • Inserimento della possibilità di riposo all'interno del gioco, lasciare lo spazio di transito per evitare che un bambino fermo ostacoli il passaggio degli altri.
  • Creazione di coperture sui giochi con funzione di riparo da sole e pioggia ma non scalabili da parte dei bambini.
  • Prevedere spazi per gli accompagnatori anche al fine di consentire loro di tenere semplicemente la mano al bambino che utilizza le strutture.
  • Inserimento di dispositivi naturali che interessano il senso dell’olfatto, dell'udito ecc...
  • Creazione di attrezzature che consentano l’uso da parte di un accompagnatore seduto a lato (esempio: cestone).
  • Prevedere aperture adeguate nelle vie di accesso: come cancelli e vialetti con apertura di almeno 120 cm.
  • Prevedere superfici di gioco percorribili da sedie a rotelle.

Continua...

Legnolandia offre consulenza o progettazione gratuita dei parchi inclusivi.


 

Registrati per chiedere la progettazione gratuita di un parco inclusivo

 

 

Cosa sono i parchi inclusivi   |   la scelta dei giochi inclusivi   |   Esempi di parchi inclusivi   |   Come progettare un parco inclusivo  |  giochi per disabili

 

 

 

 

Style Switcher

Layout Style

Predefined Colors

Background Image